Malattie Croniche

Le malattie croniche si caratterizzano per il fatto di presentare sintomi che perdurano nel tempo, talvolta in maniera costante e altre con fasi di remissione parziale e di riacutizzazione. Per queste malattie le terapie possono portare miglioramenti ma non sono risolutive. La malattie croniche possono essere tra loro molto diverse:
cardiopatie, ictus, tumori, diabete, malattie respiratorie, malattie neurologiche e neurodegenerative, disturbi muscolo-scheletrici, difetti di vista e udito e alcune malattie genetiche, solo per citare alcuni esempi. Possono anche essere di origine virale, come AIDS ed l'epatite.
Numericamente l’incidenza di queste patologie è di molto superiore a quella delle malattie rare.

Secondo l’OMS in Europa le malattie croniche provocano almeno l’86 per cento dei morti e il 77 per cento del carico di malattia.Per questo motivo la lotta alle malattie croniche rappresenta una priorità della Salute Pubblica, sia nei Paesi più ricchi che in quelli poveri. Di qui la necessità di investire nel controllo di queste malattie ma anche nella prevenzione. Le malattie croniche rappresentano anche un problema per la necessità di un diverso modello assistenziale dispetto alle malattie 'acute': le cronice prevedono, infatti, la presa in carico dei pazienti sul territorio e l'assistenza lungo tutto il decorso della malattia. In Italia l’incidenza sempre più alta delle patologie croniche ha portato le istituzioni a definire un Piano nazionale della prevenzione; a tal fine nel 2007 è stato approvato il programma ‘Guadagnare Salute’ che, in linea con una strategia comune europea intende promuovere una serie di progetti e iniziative di prevenzione e comunicazione sull'argomento.

Le malattie croniche in Italia danno diritto all'esenzione della partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie correlate.

 

Le ultime News sulle Malattie Croniche

Malattie infiammatorie croniche e sport, lanciata la campagna “Passione Accesa”

Obiettivo: sensibilizzare sull’importanza dello sport attraverso le storie di atleti come Massimiliano Rosolino, Vanessa Ferrari e Antonella Canevaro

Milano – Cos’hanno in comune gli sportivi Massimiliano Rosolino, Vanessa Ferrari e Antonella Canevaro con i pazienti affetti da una malattia infiammatoria cronica, come psoriasi, artrite psoriasica e artrite reumatoide? Lo sport che non solo rappresenta la vita per gli atleti ed è consigliato a chi soffre di queste patologie ma che può rafforzare la volontà di raggiungere un traguardo – una medaglia per gli atleti, un miglioramento della qualità di vita per i pazienti.

Thu, 15 Apr 2021 22:00:01 +0200
Asma grave eosinofilico, arriva in Italia il primo trattamento per bambini

Il farmaco mepolizumab è ora disponibile per pazienti di età superiore ai 6 anni

Ad ognuno la sua cura. Nell’epoca della personalizzazione delle terapie, poter offrire ad ogni paziente il trattamento più indicato per il suo caso significa ottimizzare i risultati della cura, migliorare l’appropriatezza terapeutica e l’aderenza da parte del malato. Questa regola è particolarmente valida per i bambini, che non sono ‘piccoli adulti’ ma presentano caratteristiche specifiche, sia per lo sviluppo fisico, sia per le manifestazioni di malattie come l’asma grave, che si presenta con fenotipi diversi. Su questo fronte, c’è un’importante novità terapeutica: mepolizumab, anticorpo monoclonale anti IL-5 (Interleuchina-5), è il primo farmaco approvato da AIFA per il trattamento di bambini ed adolescenti in caso di asma grave eosinofilico refrattario. Ovviamente, il farmaco va prescritto solamente dallo specialista, perché è necessario che il bambino sia stato studiato adeguatamente, con conseguente diagnosi certa di asma grave.

Thu, 08 Apr 2021 22:00:01 +0200
Artrite reumatoide, AIFA approva infliximab in formulazione sottocutanea

Il farmaco, facile da somministrare, alleggerisce la pressione sugli ospedali

L’artrite reumatoide è una patologia di genesi autoimmune, ha un’evoluzione cronica e può interessare tutte le articolazioni. Colpisce 3 donne ogni uomo, ha un picco massimo intorno ai 35-50 anni, ma può presentarsi in qualsiasi fase della vita. Il quadro clinico della patologia è dominato dal dolore e dalla presenza di un’infiammazione a livello articolare, a cui si può associare anche un rossore delle aree interessate. In Italia l’incidenza è attorno allo 0.3-0.5%, per un totale di circa 300-350mila pazienti. Se non curata adeguatamente, la malattia può interessare anche altri organi e apparati, in particolare quello cardiovascolare. Nella stragrande maggioranza dei casi è comunque trattabile, purché si intervenga con una diagnosi precoce e un rapido inizio della terapia.

Thu, 01 Apr 2021 22:00:01 +0200
Spondiloartrite sieronegativa, la nuova vita di Camilla grazie ai farmaci biologici

“Con questa nuova terapia la mia vita è cambiata: non ho più picchi di dolore, non trascorro lunghi mesi a letto, non uso più le stampelle”

Milano – L’amore per la musica, i concerti, la scrittura e la fotografia, il supporto della famiglia, il superamento di un lutto, ma soprattutto una nuova terapia a base di farmaci biologici sono state le ancore di salvezza di Camilla, addetta al marketing radiofonico in una concessionaria pubblicitaria, bergamasca, 28 anni che, quando di anni non ne aveva ancora 10, ha scoperto di avere una spondiloartrite, infiammazione cronica che provoca dolore e rigonfiamento delle articolazioni.

Thu, 01 Apr 2021 22:00:01 +0200
Demenze, Federazione Alzheimer Italia aderisce alla proposta del Network Non Autosufficienza

Previsto lo stanziamento di 7,5 miliardi da investire per l’assistenza domiciliare e le strutture residenziali

“Il prolungarsi dell’emergenza sanitaria richiede interventi urgenti a sostegno dei cittadini più vulnerabili, tra cui certamente rientrano le persone con demenza”, sottolinea Gabriella Salvini Porro, presidente della Federazione Alzheimer Italia. “La chiusura dei servizi, l’accesso limitato alle cure mediche e terapie, la perdita dei contatti sociali hanno peggiorato la qualità della vita di tutte le famiglie che convivono con la demenza e hanno mostrato la necessità di rendere più accessibile l’assistenza domiciliare nonché più sicure ed efficienti le strutture residenziali. Aderire alla proposta del Network Non Autosufficienza per noi significa continuare il lavoro quotidiano di difesa dei diritti delle persone con demenza e dei loro familiari”.

Thu, 25 Mar 2021 23:00:01 +0100
Sclerosi multipla, nasce la rete Red di AISM

Si tratta di una task force al femminile pronta ad intercettare episodi di discriminazione nei confronti delle donne con disabilità

Discriminata perché disabile, discriminata perché donna. Ed ecco che la disabilità diventa doppia. Secondo gli ultimi dati ISTAT, sono 2 milioni le donne con disabilità che hanno subito una qualche forma violenza. Solo un terzo la riconosce tale. Quest'ultimo dato emerge dalla ricerca Vera realizzata da FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) in collaborazione con Differenza Donna. Il Barometro della SM realizzato da AISM dà un altro dato: una persona con sclerosi multipla su 4 si sente discriminata e solo il 3% di chi ha ammesso di sentirsi discriminato ha richiesto consulenza o supporto legale.

Thu, 18 Mar 2021 23:00:01 +0100
Endometriosi, diventare mamme si può

Fondamentale una diagnosi il più precoce possibile e un’azione diretta a preservare la fertilità

L’endometriosi è una patologia femminile cronica recidivante che colpisce tra il 2 e il 10% delle donne italiane - con un totale stimato di circa 3 milioni di casi - e di cui soffre il 50% delle donne infertili. Caratterizzata dalla anomala presenza di endometrio all’esterno dell’utero, che causa uno stato di infiammazione cronica, l’endometriosi è una delle malattie femminili più misteriose e sconosciute, complice anche la difficoltà nella diagnosi, che spesso viene formulata in ritardo, dopo un lungo e dispendioso percorso.

Tue, 16 Mar 2021 23:00:01 +0100
Coronaropatia e arteriopatia periferica, AIFA ammette rivaroxaban al rimborso

Il farmaco è un anticoagulante orale non antagonista della vitamina K

Milano – Bayer ha annunciato l’ammissione alla rimborsabilità da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) del proprio farmaco rivaroxaban 2,5 mg due volte/die, più acido acetilsalicilico (ASA) a basso dosaggio una volta/die, per la prevenzione di eventi aterotrombotici in tutti i pazienti adulti ad alto rischio di eventi ischemici che presentano un’arteriopatia periferica (PAD) sintomatica agli arti inferiori.

Thu, 11 Mar 2021 23:30:01 +0100
HIV, identificato un raro gruppo di pazienti del Congo con virus controllato

Ulteriori ricerche potrebbero trovare legami tra la soppressione naturale del virus e futuri trattamenti

Un team di scienziati ha identificato un numero insolitamente alto di persone, nella Repubblica Democratica del Congo, che risultano positive agli anticorpi HIV ma che hanno una carica virale bassa o non rilevabile senza essere in trattamento con farmaci antiretrovirali. Queste persone vengono definite “Elite Controllers” dell’HIV.

Thu, 11 Mar 2021 23:00:01 +0100
Malattie epatiche croniche, nuovo trattamento orale evita il ricorso a trasfusioni piastriniche

La piastrinopenia è la complicazione ematologica più frequente in malattie del fegato come la cirrosi

Milano – Grave rischio di sanguinamento per semplici procedure diagnostiche, ritardi nelle cure e mancati interventi, utilizzo di terapie sub-ottimali che non danno i risultati attesi. Sono solo alcune delle principali problematiche che i pazienti con piastrinopenia severa – o trombocitopenia, ovvero una riduzione importante della conta delle piastrine nel sangue – sono costretti ad affrontare, ma oggi è disponibile una nuova opzione terapeutica che può migliorare il loro percorso di cura e la loro qualità di vita. La trombocitopenia è una patologia che si manifesta in chi è già affetto da epatopatia cronica (CLD), cioè da malattie del fegato che, come la cirrosi epatica, oggi colpiscono circa 29 milioni di persone in Europa e rappresentano un grave problema di sanità pubblica.

Thu, 04 Mar 2021 23:00:01 +0100
Leggi tutte le news...